.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

venerdì 24 febbraio 2017

La villa comunale ... ieri



ANNI '50 DEL NOVECENTO.
UNA RARISSIMA IMMAGINE A COLORI DELLA VILLA COMUNALE.
ANNI '50 L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE GUIDATA DAL SINDACO MONTESANI AVEVA INSERITO NEI SUOI PROGRAMMI L'INDIVIDUAZIONE DI UNO SPAZIO DOVE COSTRUIRE UNA VILLA COMUNALE, SINO AD ALLORA ASSENTE SUL NOSTRO TERRITORIO. LA ZONA E LO SPAZIO FU INDIVIDUATO A RIDOSSO DEL CONVENTO DEI PADRI CAPPUCCINI.
Continua qui.
CeglieStoria


CEGLIE MESSAPICA - Villa comunale del Calvario
Angolo via Roma - via Umberto I

Estesa su una superficie di 3000 mq, la Villa insiste su un grande banco di roccia affiorante. Si sviluppa tra via Umberto I, via Roma, via Cappuccini, largo Cappuccini e via San Paolo della Croce, dove è presente un accesso al giardino caratterizzato, in passato, dalla scritta a parterre Villa comunale. L’accesso principale si apre invece sull’angolo Nord (tra via Roma e via Umberto I), caratterizzato da una grande scala che consente di superare il dislivello di circa 4 metri tra la strada e il Calvario. Interamente recintata, la Villa è comunque sempre accessibile al pubblico; di proprietà comunale,  è protetta da vincolo ope legis in base all’art. 4 ex L. 1497/39 e artt. 2 e 10 del D. Lgs. 42/2000, in quanto bene di interesse storico con più di 50 anni, di autore non vivente e di proprietà di ente pubblico.

La Villa comunale fu realizzata tra il 1940 e il 1950, in un’area anticamente appartenente ad un convento di frati Cappuccini, fondato nel 1566; la chiesa del convento si affacciava sulla zona attualmente occupata dal giardino, nella quale si svolgeva allora la tradizionale Fiera del Crocifisso. In seguito alla soppressione degli Ordini Religiosi (1861, decreto luogotenenziale di Eugenio di Savoia), il complesso divenne bene dello Stato; gestita da un Capitolo, la chiesa continuò a svolgere il proprio ruolo. L’intero complesso venne abbattuto nel 1965, per fare posto ad un nuovo padiglione dell’ospedale cittadino.
Scheda a cura di arch. paesaggista Francesco Urso
Continua qui. 

Il posto delle favole


Il posto delle favole
Domenica 26 febbraio ore 19.00
Teatro Comunale di Ceglie Messapica

HEINA E IL GHUL
il cous cous spiegato a mio figlio
Cicogneteatro

di e con Abderrahim El Hadiri
regia di Mario Gumina

É la fiaba araba di Heina, la figlia dello sceicco che, rapita dal terribile Ghul, il mostro di farina, (mostro Bianco in un paese di neri!) è riuscita a fuggire e a tornare a palazzo. Sulla scena il cuoco di corte prepara un sontuoso cous cous per festeggiare l’evento e, danzando e cantando tra tegami e coperchi, racconta la mirabolante vicenda. Così gli ingredienti utilizzati (peperoni, zucchine, patate, cipolle) diventano via via i protagonisti di una grande avventura, finendo poi in pentola. Lo spettacolo è in lingua araba, ma comprensibilissimo grazie al gioco scenico che vede verdure e stoviglie nel ruolo di burattini. La tecnica narrativa utilizzata, detta “furgia”, è diffusa nella zona di Marrakech e consiste nello stravolgimento ironico delle fiabe tradizionali. In questa tecnica è molto importante l’utilizzo degli oggetti che sono il pilastro narrativo dell’azione. Con Heina e il Ghul infatti il cous cous, piatto molto diffuso nell’area del Mediterraneo e ormai conosciuto in tutto il mondo, diventa protagonista di uno spettacolo teatrale senza porlo direttamente sulla scena, ma facendone entrare gli ingredienti travestiti da personaggi della fiaba. E, tra assonanze e dissonanze linguistiche, i presenti si avvicinano all’origine e alla storia del cous cous, dei suoi ingredienti, e alle ricette di vari paesi.

ingresso 5€ - omaggio per ogni nonno che accompagna un nipotino
per info e prenotazioni 3892656069


giovedì 23 febbraio 2017

Mittaffett... a chi?


CONFERENZA STAMPA.
Mercoledì 1 marzo ci sarà la conferenza stampa, presso la sala istituzionale del comune di Ceglie Messapica, di presentazione della seconda edizione del Concorso Nazionale Letterario "MittAffett allo Scrittore" - "Ars Cibandi".
Il titolo della seconda edizione ARS CIBANDI è scaturito da una proposta fatta da Francesca De Luca, di Civitanova Marche (MC), vincitrice del mini contest svoltosi nel mese di dicembre. Spiega Francesca: "Ars corrisponde all'arte sia come capacità, abilità oggettiva sia come espressione di caratteri introspettivi. Sono d'altronde le due componenti che ogni forma di rimando possiede, come il cibo."
La ragazza selezionata per il video promo del Concorso Nazionale Letterario "MittAffett allo Scrittore - Ars Cibandi" è Chiara Vitale!


Il promo della prima edizione.

Chiarimenti su alcune delibere


Borraccino al fianco del Comitato per la salvaguardia del Presidio ospedaliero di Ceglie Messapica
Nota del consigliere regionale, Cosimo Borraccino Presidente della II Commissione consiliare (Affari Generali e Personale). 

“L’impegno dei comitati cittadini merita più considerazione, dietro questi volti ci sono centinaia di persone che aspettano risposte. 
Ho sollecitato con una PEC indirizzata al presidente Michele Emiliano, al Presidente della III Commissione Giuseppe Romano e al Capo dipartimento della Sanità dott. Giancarlo Ruscitti, la mancata risposta ad una missiva che il Comitato per la salvaguardia del presidio ospedaliero di Ceglie Messapica aveva indirizzato alla Regione Puglia qualche settimana fa. 
Si sottopongono a quesito chiarimenti su alcune delibere della ASL di Brindisi. Personalmente, come Sinistra Italiana, a riguardo ho presentato anche un emendamento al Piano di riordino ospedaliero su una delle problematiche sollevate dal comitato pro ospedale di Ceglie Messapica, in cui chiediamo che il Centro Risvegli previsto a Ceglie Messapica, con l’attivazione di 60 posti letto di neuroriabilitazione e 45 di recupero e riabilitazione, venga realizzato presso il Presidio Ospedaliero pubblico, piuttosto che presso il plesso privato ‘S. Raffaele’, come previsto nel 2010 dopo la chiusura di alcuni reparti. 
Mi auguro che il Presidente Emiliano prenda a cuore questa situazione anomala che si sta verificando nella comunità brindisina che attende impaziente di conoscere il destino di questi utili servizi”.

Plastica

Venerdì 24 febbraio, presso l'hotel Madonna delle Grazie di Ceglie, il Rotary club  "Ceglie Messápica, terra dei Messapi  " presenterà il libro "Plastica" di Rosangela Chirico.
L'autrice dialogherà con Lina Bruno

Rosangela Chirico
PLASTICA
Storia di Donato Chirico
operaio petrolchimico.

Dalla prefazione di Mario Desiati

[...]
Taranto e Brindisi oggi sono territori che pagheranno per sempre l’inclusione telecomandata dall'alto, di un’idea industriale che non era possibile, quanto meno senza una formazione delle coscienze di chi ha diretto questa scelta politica prima che umana. La Puglia dei petrolchimici e dei siderurgici è nelle terre sfregiate, ma anche e soprattutto nei corpi di chi si è ammalato, e nei corpi, negli occhi, nei cuori di chi ha perso i propri cari. La nostra terza guerra mondiale, la più cruenta, perché sul suo altare (in parte un altare di fango come scrive nel finale la Chirico) hanno versato il sangue migliaia di padri di famiglia, che sapevano di essere operai ma non sapevano di essere in guerra.
[...]

mercoledì 22 febbraio 2017

Dacci una zampa


Dopo il successo della RACCOLTA-BARATTO di Natale organizzato dalle volontarie di "Dacci una zampa", Domenica 26 Febbraio saremo presenti nuovamente in Piazza Sant'Antonio a Ceglie Messapica ( Br) in occasione della festa di Carnevale!!

Accetteremo qualsiasi bene necessario per i pelosi in particolar modo:
- croccantini per adulti e cuccioli;
- scatolette;
- traverse;
- latte in polvere;
- cucce, guinzagli e collari nuovi/usati;
- coperte;
- prodotti repellenti per pulci/zecche/zanzare;
- pane duro e avanzi (non accettiamo ossa);

Baratteremo ciò che riceveremo con vestiti, oggetti, pupazzi ecc. presenti al banchetto.

Per info Mariapaola 3293631632, Martina 3926779812.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!

Dacci una zampa

Ie, tu i Valendine

Ricevo e pubblico.
Il 25 febbraio si replica al Teatro Comunale per la terza volta con «Ie, tu i Valendine", una commedia brillante in vernacolo portata in scena dal Gruppo Teatrale Amatoriale M. SS. Assunta di Ceglie Messapica. 
L'incasso della serata del 25 febbraio, organizzata con il Lions Club sarà devoluto all'Associazione Nazionale Cani Guida e all'associazione cegliese «Arcobbaleno». per un corso di Ippoterapia
L'ingresso in Teatro è previsto per le ore 20,00 mentre il sipario per le 20,30.
Per la prenotazione dei posti rivolgersi in Corso Garibaldi, 69. Info 393/2762476


Circus



Un percorso tra artisti di strada, artigianato, musica, mascotte, animazioni per bambini, fuoco show, giocolieri, trampolieri, ballon art, trash percussion show, street band, frozen show nel centro di Ceglie Messapica tra Via San Rocco e Piazza Plebiscito dalle ore 16.00 di domenica 26 febbraio.

martedì 21 febbraio 2017

M’illumino di Meno

M’illumino di Meno 2017 #CondiVivo
Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione.
M'illumino di meno è un'iniziativa simbolica finalizzata alla sensibilizzazione al risparmio energetico lanciata nel 2005 dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2.

"Caterpillar è in diretta dalle 18.00 alle 20.00 per seguire gli spegnimenti in giro per l’Italia.
Insieme a voi in questi anni abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. Abbiamo cominciato quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata sempre più impellente. Le sfide energetiche si rinnovano, così M’illumino di Meno si rinnova grazie alla partecipazione di centinaia di migliaia di sostenitori che si mettono in gioco in prima persona con azioni concrete.
Rinnoviamo l’invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche il 24 febbraio 2017.
Oltre agli spegnimenti quest’anno invitiamo tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Per questo Caterpillar invita tutti gli ascoltatori il 24 febbraio a condiVivere: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità."

L'Associazione AttiviAmoCeglie, in compartecipazione con l'Amministrazione Comunale e in collaborazione con il Sistema Gusto d'Arte, in occasione della sua presentazione alla Città, parteciperà all'evento con alcune iniziative.
Programma:
- ore 18.30/20.30: Museo al buio, visita guidata al Maac a lume di candela;
- ore 20.30: Flash Mob in Piazza Plebiscito a lampioni spenti;
- ore 21.00: EcoCandleTasting al MAAC, momento conviviale a lume di candela con prodotti a km 0 presso il Museo Archeologico e di Arte Contemporanea.
Per maggiori informazioni:
o contattare il numero 3282479499.

lunedì 20 febbraio 2017

Pallacanestro

Pallacanestro Serie C Silver
12a Giornata Ritorno
VIESTE - CEGLIE 
62 - 88
Parziali: 10-25, 15-25, 10-22, 27-16


Foto 
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001
Udas Cerignola 50,
N.P. Nardò 44, Ostuni 36, Ceglie 32,
Monopoli, Manfredonia 28, Francavilla, Foggia, 26, Altamura 24,
Vieste BK, Mola, Cerignola, Ruvo di Puglia 22,
Castellaneta 18,
Martina Franca 14, Adria Bari 2.
La prossima: 13a giornata ritorno 26 febbraio
    Ceglie - Mola

domenica 19 febbraio 2017

Buona domenica


ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea
Ritratti e figure dal MAP

ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"
Il Carella in Puglia.

Grotte di Montevicoli
info: 3271909148

ore 19:00 Teatro comunale 
XXIII STAGIONE CONCERTISTICA CAELIUM
DUO NARTHEX
Andrea Biagini – Flauto
Maria Chiara Fiorucci – Arpa

ore 20:00 Palazzetto Dello Sport
Kickboxing
Titolo italiano WTKA

-----------------------------------------
Farmacia di turno
Farmacia Galante
Viale Moro Aldo, 14
Telefono: 0831-377167
-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Amate i vostri nemici.
 (Mt 5,38-48)
Clicca qui.

Nu dittèrie
A scienir' j niput'
ciokk fasc'j pirdut'
A generi e nipoti
tutto ciò che fai è perduto
La riconoscenza non abita tra gli uomini.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto Fluxura 95

sabato 18 febbraio 2017

Filomena Marturano

Ricevo e pubblico.

La Compagnia Teatrale Amatoriale "Nunzia Stoppa" porta in scena sul palcoscenico del Teatro Comunale di Ceglie Messapica, il 18 e il 19 marzo, "Filomena Marturano", commedia in tre atti di Eduardo De Filippo.


Ve lo avevamo anticipato che saremmo ritornati?
Ed allora, tenetevi liberi per il 18 e 19 marzo, alle ore 20.00, presso il Teatro Comunale di Ceglie Messapica, per assistere a:
"Filumena Marturano"
intramontabile commedia in tre atti del grande Eduardo De Filippo.
Noi, lo precisiamo e ribadiamo, siamo una compagnia teatrale amatoriale, composta da attori non professionisti e ci piace sperimentare, misurarci, metterci alla prova e, perché no, soddisfare anche le aspettative del nostro pubblico. A volte, proviamo anche a sensibilizzare e lanciare messaggi importanti su questioni irrisolte che riguardano la nostra società, il nostro vissuto quotidiano. E lo facciamo a modo nostro, con il solo modo che conosciamo: recitando.
In occasione del mese di marzo, mese dedicato alle donne, abbiamo scelto "Filumena Marturano" per continuare a tenere accesi i riflettori sulla "questione delle donne", un tema, purtroppo, ancora attuale e scottante.
Se lo desiderate, potete ricevere tutte le informazioni rivolgendovi all'agenzia viaggi "Primarete Network", via Calabria 8, Ceglie Messapica.
Oppure, contattando i seguenti numeri: 338 1833354 - 0831 377012.
Vi aspettiamo numerosi!
Compagnia Teatrale Nunzia Stoppa

"È un testo che mi piace moltissimo da sempre, ho anche amato il film di De Sica con Sofia Loren e Mastroianni (con lui ho realizzato due film). È un’opera di grande impegno morale e oltretutto in anticipo sui tempi e scritto senza retorica, ma con la naturalezza della vita. Un capolavoro. Filumena e Domenico sono al centro di un problema etico antichissimo e sempre attuale: di chi sono i figli, i figli nati fuori dal matrimonio? Al tempo di questa scrittura (1946), la legge non proteggeva questi “figli” considerati “illegittimi” (fuori dalla legge), una legge ferma al Medioevo. Filumena vi si ribella con la lucidità e una forza così generose da riuscire a trascinare l’ignaro borghese Domenico a capire il valore degli affetti fondamentali delle nostre vite." Liliana Cavani

Kickboxing


.